Relazione 10, XIX viaggio

salvadeforafrica.com / Relazioni / Relazione 10, XIX viaggio

15 – 27 Aprile 2010 Se dovessimo andare in Togo per essere soddisfatti dei progressi che il nostro lavoro di un anno può portare, meglio sarebbe non andarci. Ma se misuriamo la nostra felicità nelle opere compiute, nelle vite salvate, nelle difficoltà superate, nella minor pena di qualcuno , nella fame saziata per un giorno, […]

Category: Relazioni by federica 16 novembre 2011, 16:04

15 – 27 Aprile 2010

Se dovessimo andare in Togo per essere soddisfatti dei progressi che il nostro lavoro di un anno può portare, meglio sarebbe non andarci. Ma se misuriamo la nostra felicità nelle opere compiute, nelle vite salvate, nelle difficoltà superate, nella minor pena di qualcuno , nella fame saziata per un giorno, nella speranza che grazie a noi, e a voi, qualcuno migliori, allora tutto è giustificato.

Il nostro lavoro è quello di ogni anno :

ammalati portati all’ospedale, operati, curati.

Consegnate carrozzine per handicappati, aiutati i bisognosi di ogni tipo, seguite le adozioni, aiutati i più intraprendenti ad iniziare un lavoro che renda autonomi.

Quest’anno abbiamo tentato due nuove iniziative veramente importanti.

Gli ammalati non dovranno più spostarsi per la prima visita, ma sarà un medico, pagato da noi, a visitarli sul posto. Il medico sarà nel villaggio una volta la settimana, farà le diagnosi e prenderà decisioni per ogni ammalato. Chi dovrà essere operato sarà portato nel nostro ospedale, che nel frattempo è stato completato con altri 25 posti letto.

La seconda iniziativa, riguarda la creazione di un orto. Per il momento è di m. 25×100 ma è destinato ad ampliarsi.

La sua realizzazione, ha richiesto la costruzione di un pozzo profondo 18 m. per l’approvvigionamento dell’acqua, un generatore, una vasca di raccolta dell’acqua, un capanno per ospitare gli attrezzi ed infine una adeguata recinzione per impedire agli animali di distruggere le colture.

Due iniziative importanti per la salute e per l’alimentazione.

Siamo tornati dall’africa con le valigie cariche di emozioni e nuove esperienze.

La fila dei poveri e degli ammalati, era sempre presente sulla porta di casa, noi abbiamo cercato di alleviare le loro sofferenze, di migliorare la loro vita, di dare speranza nel futuro,

Perche’ sia festa ogni volta che speri con quelli che disperano.

Con infinita riconoscenza.

Ringraziamo tutti

Piero, Giuseppe, Carlo, Silvia, Alberto, Luciano, Gerardo, Franco, Rosi, Silvana, Luigi.

badge

Salvade' for Africa

La poverta' vista in faccia

My Profile Pic

Avete mai visto una ragazza nuda, farsi il bagno dopo la pioggia in una pozzanghera della strada? Avete mai visto un padre di famiglia catturare due topi e portarseli a casa pensando di sfamare i suoi figli? [...]

READ MORE




Improve Your Life, Go The myEASY Way™